COMUNICATO ACB UCRAINA

 

L’Associazione Comuni Bresciani esprime la più ferma condanna e l’estrema preoccupazione per l’ingiustificabile intervento militare russo in Ucraina.

Gli Amministratori bresciani non possono non invocare e richiamarsi in questo delicatissimo momento al fondamentale principio costituzionale del ripudio della guerra come strumento di risoluzione delle controversie internazionali.

Dopo due anni di pandemia che ha causato un numero elevatissimo di perdite umane, è gravissimo che a poche centinaia di chilometri da noi si possa anche solo pensare di causare ulteriori sofferenze e morti, che, come in ogni guerra, colpiranno maggiormente civili e persone inermi.

Auspichiamo che le Istituzioni internazionali, a partire dall’Organizzazione delle Nazioni Unite e dall’Unione Europea, sappiano percorrere senza sosta e con ogni sforzo possibile la via diplomatica per fermare il conflitto in atto ed evitare una drammatica e ancor più vasta evoluzione.

Siamo vicini ai cittadini ucraini presenti nella nostra provincia e partecipi dell’apprensione per le sorti dei loro connazionali e delle loro famiglie.